Sono tantissime le leggende metropolitane che persistono nella nostra cultura. Da quelle a carattere storico, a quelli di cronaca, o ancora credenze pseudo-scientifiche che hanno davvero poca relazione con la realtà dei fatti. Molte credenze tramandate da rimedi della nonna un pò troppo casalinghi e falsi esperti che spesso possono anche danneggiare la nostra salute. Oggi ci divertiremo e smentire 10 credenze comuni sulla salute, che (probabilmente) non avresti mai messo in dubbio!

1) La birra mi fa crescere la pancia?

No, o perlomeno non proprio. In realtà una birra non ha mai fatto ingrassare eccessivamente nessuno. Non è la birra che fa ingrassare, ma il fatto che, essendo la quantità d’alcol che contiene in genere ridotta (110 calorie al litro contro le 160 del vino rosso), si tenda a berne in grandi quantità. Chi beve spesso birra tende, inoltre, anche ad accompagnarla con snack poco salutari: ecco spiegati i chili in più dei bevitori. Il mito è nato dalla non sempre ottima forma dei tedeschi, noti bevitori di birra, al quale grande utilizzo si attribuiva l’aumento di circonferenza della vita, ma in realtà oggi sappiamo che i giapponesi sono almeno altrettanto amanti di questa deliziosa bevanda al luppolo, pur mantenendo in molti un’ottima forma. Insomma una birra non fa ingrassare, ma comunque meglio non esagerare.

2) Sta troppo vicino alla TV danneggia gli occhi?

Quante volte ve lo hanno detto le vostre mamme quando eravate piccoli? Ebbene, almenochè non siate nati prima degli anni ’50 sappiate che allontanarsi dalla tv, per i vostri occhi, non è stato granchè utile. Le televisioni a tubo catodico effettivamente potevano emettere radiazioni che potevano danneggiare la vista, ma le televisioni moderne non danno nessun problema del genere. Attenzione però…guardare la TV da troppo vicino e troppo a lungo può causare però stanchezza visiva.

3) Posso fare il bagno con le mestruazioni? 

Proibizioni e inibizioni come non fare il bagno, non lavarsi i capelli e persino non fare il bucato hanno accompagnato il ciclo mestruale fin dall’antichità. Queste superstizioni non hanno nulla di scientifico: dedicarsi ad attività rilassanti o fare del movimento durante il ciclo aiuta a contrastare gli sbalzi di umore e il malessere dovuto al flusso, oltre a favorire una corretta igiene. Basta premunirsi di non bagnarsi con acqua troppo fredda.

4) Scrocchiare le dita fa venire l’artrite?

Lo schiocco è provocato dall’esplosione delle bollicine d’aria che si formano nel fluido sinoviale, che ha lo scopo di nutrire i tessuti e lubrificare le giunzioni articolari. Ci sono stati diversi studi per capire se questo tipo di attività possa influire su di una futura artrite e la risposta è no! Schioccare le dita non fa né bene, né male.

5) Una mela al giorno toglie il medico di torno?

Le mele contengono fibre e vitamina C, entrambi essenziali per la nostra salute. Nonostante questo però, non può dirsi certo un alimento che ci fornisca uno scudo completo ed adeguato contro qualsiasi malattia. Le mele, come molti altri frutti, sono sicuramente fondamentali nella nostra alimentazione, ed all’interno della nostra dieta, assieme ad altri alimenti correttamente assunti come verdure, pesce e carni possono sicuramente preservarci da un bel pò di visite.

6) Se esco con il freddo mi ammalo?

No, anzi, per assurdo è restare in casa che aumenta il rischio di ammalarsi. Con il freddo tendiamo a passare più tempo al chiuso, dove l’aria è spesso troppo secca e la ventilazione scarsa, un’abitudine che favorisce la trasmissione di virus e batteri. È pur vero che le basse temperature riducono le riserve di muco che di norma proteggono le vie respiratorie dai patogeni, lasciandoci più esposti alle infezioni. Ma non è certo il freddo in se per se il responsabile principale dei nostri malanni.

7) Mangiare cioccolato fa venire i brufoli?

No, il cioccolato non fa venire i brufoli, diciamo forte e chiaro. Aspettate però a spatolarvi il barattolo di nutella della credenza in 5 secondi. Specifichiamo che la presenza di brufoli è determinata soprattutto dagli ormoni, perciò dipende dalla predisposizione e dall’età. Vero invece è che un eccesso di cibi fritti e dolci fa male alla pelle.

8) Lo zucchero rende i bambini iperattivi?

Numerosi studi scientifici sono stati messi in campo per verificare questa diffusa teoria, ma non sono state trovate evidenze che la confermino (anche se dosi eccessive di zucchero fanno male alla salute di grandi e piccoli, e incoraggiano obesità, diabete e carie). L’associazione è nata nel 1974, con una lettera di un medico statunitense, William Crook, alla American Academy of Pediatrics, in cui si denunciava il presunto legame. Ma una lettera non ha la stessa validità scientifica di un articolo pubblicato su una rivista in peer review.

9) Lo zucchero di canna è più salutare di quello bianco?

Siete anche voi di quelli che se non hanno il proprio zucchero di canna il caffè proprio non lo bevono? Beh, sappiate che lo zucchero di canna non è nè più salutare, ne più magro di quello bianco. L’unica differenza è che mentre lo zucchero bianco contiene solo saccarosio, quello bruno contiene anche qualche residuo di melassa (tra l’1% e il 5% a seconda dei tipi di zucchero grezzo in commercio), che gli dà un aroma un po’ diverso. Nella melassa sono presenti, in quantità molto basse, minerali e vitamine; ma le dosi giornaliere di zucchero che assumiamo, o dovremmo assumere, sono troppo basse perché queste abbiano un qualche beneficio.

10) Gli spinaci fanno diventare più forti?

No, o perlomeno, non più di molte altre verdure in circolazione. Il falso mito nacque nel 1890, quando alcuni nutrizionisti americani resero noto il contenuto di ferro delle verdure. Per un banale errore di stampa – una virgola al posto sbagliato – si attribuì agli spinaci un contenuto di ferro 10 volte superiore al reale. L’errore fu scoperto dopo decenni, ma nel frattempo Braccio di Ferro e il suo cibo preferito avevano conquistato il mondo.